Raduni   Viaggi



In bici sui sentieri degli Ezzelini 18 e 19 maggio 2013
  0 0

 In bici sui sentieri degli Ezzelini

18-19 maggio 2013
 
Il nome Ezzelini è conosciuto a molti, per altri solo sentito nominare. Nel nostro caso, rappresenta un percorso ciclopedonale in terra veneta. Vi invitiamo a condividere con noi il tracciato naturalistico che unisce Asolo a Vigonza.
 
Inizieremo dai confini di Asolo con i sentieri degli Ezzelini, proseguiremo sulla ciclovia del Muson per poi deviare fino a Vigonza sulla ciclovia del Tergola. Il tracciato è stato visitato appositamente e possiamo garantire la massima tranquillità anche ai bimbi purchè autosufficenti. Per i bimbi in tenera età è necessario usare il tutor o il cammellino. Ricordo che il percorso è costituito da argini per il 90% nella sua totalità.
  
Programma di massima:
17-05 venerdi' sera incontro dei partecipanti in area di sosta.
  
18-05 sabato mattina ore 9,30 visita guidata di un'ora del Giardino Parco Archeologico di Villa Freya. Biglietto intero: 2,5 €; biglietto ridotto: 2 €
 
Quindi passeggiata libera in città alla scoperta dei monumenti (tralasciando quelli che visiteremo con la guida al pomeriggio): Rocca di Asolo, sulla cima del Monte Ricco, raggiungibile in 15 minuti a piedi. Museo Civico - sezione archeologica, Pinacoteca, sezione Caterina Cornaro, sezione Eleonora Duse e Tesoro della Cattedrale. Facoltativi Biglietto Museo Civico: gruppi min 10 pax ridotto 4 € Biglietto Rocca 2 € Biglietto Unico Museo+Rocca 5 €  
 
Ore 12,00 degustazione facoltativa accomodati su terrazza ombreggiata con aperitivo al prosecco, formaggi del Grappa e affettati locali € 10,00 (equivalente a un pranzo).
 
Pomeriggio continuano gli arrivi (per chi ha i bimbi a scuola). Ore 17,00 visita guidata della cittadina fortificata.
 
Un viaggio ad Asolo è sicuramente una delle cose da fare durante una vacanza nella Marca Trevigiana. C'è solo l'imbarazzo della scelta tra le varie bellezze. Questo era il borgo di Caterina Corner, regina di Cipro, e di Eleonora Duse, la Divina. Indimenticabile è camminare lungo i "foresti", come qui chiamano le strade che risalgono i versanti del colle; entrare in Duomo, sorto sulle fondamenta di un edificio termale romano, dove sono conservate  un'Assunzione della Vergine, dipinta da Lorenzo Lotto (1506), e un'Assunta di Jacopo Bassano; ammirare la loggia del Capitano, sede della Comunità asolana, costruita tra '400 e '500. La Rocca, dalla forma imponente, caratterizza il panorama asolano ed è simbolo della città. Pare quasi uno scafo di una nave che salpi verso l'orizzonte, anzi uno dei "cento orizzonti" di Asolo, per citare Carducci. In epoca recente, un restauro ha permesso il ripristino del percorso della guardia, da cui si gode uno splendido panorama che spazia sui rilievi circostanti e, a perdita d'occhio, sulla pianura. Palazzo del Vescovado e la Cinquecentesca Loggia della Ragione ospitano il Museo Civico, e tutta la città è un palcoscenico di eventi che celebrano le arti a 360 gradi: musica, teatro, fotografia. Lo storico mercatino dell'antiquariato permette di scovare rari pezzi di pregio. La cultura non fa però rinunciare al piacere della tavola: tra i prodotti tipici Asolo vanta olio, miele, prodotti di malga e i vini della zona DOC "Montello e Colli Asolani". Osterie e localini tipici non lasceranno mai il turista senza cicchetti e un buon calice! Per godere al massimo delle caratteristiche paesaggistiche e storiche del territorio, si consiglia l'itinerario enogastronomico lungo la Strada dei Vini Montello e Colli Asolani. Tutte le informazioni su Asolo sono contenute in una pratica brochure da scaricare.
Sera ore 20,00 partecipazione facoltativa alla cena in agriturismo menu' €uro 20,00:
Antipasto misto, bis di primi con bigoli all'anatra e gnocchi agli asparagi, pollo in umido, grigliata mista con contorni di stagione, bis di dolci, acqua vino e caffe'. Bimbi sconto 50% (con meno portate)
  
Domenica mattina ore 9,00 tutti in bici. Partenza per i sentieri degli Ezzelini. Il primo pezzo di tre km ha traffico misto su strade asfaltate, parzialmente attrezzate con ciclabile. Subito dopo entriamo in piena campagna su percorsi ciclabili nuovi, attrezzati con brecciolino e leggermente in discesa. Una favola!
 
Ci aspetta un percorso di 50 km fino a Vigonza. A metà strada troveremo Teresa per  lo spuntino con soppressa veneta, panbiscotto e vino rabosello fresco. Chi desidera fermarsi qui, ritornare indietro e prelevare il proprio camper potrà usufruire di un passaggio da Teresa. Gli altri possono tranquillamente proseguire con Luigi. Al nostro arrivo a Vigonza, Teresa riporta indietro il resto degli autisti (con il camper di Teresa possiamo riportare un massimo di 10 autisti in due volte, in caso di numero superiore, saranno estratti a sorte uno o piu' equipaggi staffetta, ai quali saranno rimborsate le spese di gasolio e realizzato il nostro tradizionale metodo).
Metà pomeriggio altro spuntino in compagnia e poi saluti e baci a tutti. Fine dell'escursione.

raduno camper | raduno camper Veneto | raduno camper ciclabili |

Modulo di Contatto

Regioni

Ultimi inserimenti

Keyword density